Preghiamo, preghiamo, preghiamo

guerra-siria-241890

Basta con tutta questa violenza! Siamo arrivati ad un punto di non ritorno, accendiamo la tv e si fa gossip su una guerra oppure la si usa per parlare di politica; navighiamo su internet e si vedono foto di bambini morti, madri che fuggono completamente insanguinate, persone che muoiono per strada o in mare e vengono fotografate come un paesaggio? Ma come siamo finiti?

Si legge di persone che infliggono odio e rancori verso altri, animali che vengono uccisi nei peggiori dei modi, come se fossero oggetti, non c’è più fondo alla crudeltà umana e questo mi fa davvero molto male. Conviene vivere rinchiusi in casa, senza bombardamenti mediatici, per sognare un mondo migliore. Certe volte mi chiedo come la mente umana possa arrivare a tali cattiverie e soprattutto perché? E così grande la sete di potere, di egoismo, di sopraffazione?

Le parole più comuni sono “distruggere”, “uccidere”, “annientare”, “violenza”, “sottomissione”, “morte”….oggi si augura la morte a tutti quelli che ci stanno un po’ antipatici. Ma ci rendiamo conto?

Come diceva Papa Wojtyla (non lo riporto da strettamente sostenitrice della Chiesa, ma della persona che era) “pregate, pregate, pregate”…ed io dico “preghiamo, preghiamo, preghiamo”…con tutte le nostre forze, al di là di ogni religione… ogni mattina, ogni sera, diciamo parole d’amore per noi stessi e per l’umanità intera. L’unico modo che ci è rimasto: riempire il mondo di belle parole, dette con fiducia…per cambiare noi stessi, poi il mondo attorno a noi, infine, il mondo intero.

Se continuiamo a spargere veleno sopra veleno questo potrà solo aumentare, cerchiamo il modo per rivoltare tutto senza bombe, senza crudeltà, senza violenza. So che non è facile, io stessa sono disgustata da quello che vedo e che sento: la prima reazione è far peggio, ma perché? Non sconfiggeremo il nemico uccidendolo, perché ci sarà qualcuno pronto a fargli giustizia… Non salveremo il mondo con violenza, nemmeno il nostro piccolo mondo (la famiglia) può essere salvato con violenza, figuriamoci tutto il resto!

Non ho altre parole da dire: preghiamo, formuliamo pensieri d’amore, anche se ci sembrano inopportuni e scontati, qualcosa succederà, avranno il loro impatto…sul nostro cuore, sulla nostra coscienza e sul mondo. Tentiamo!!! Questa è la nostra arma…non ci sono controindicazioni, tutt’al più rimarrà tutto uguale.

E.

2 risposte a "Preghiamo, preghiamo, preghiamo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...